Scegliere i filati per lavorare all'uncinetto

Pubblicato: 01/07/2016 15:38:35
Categoria: Tecnica

Scegliere i filati per lavorare all'uncinetto
Buongiorno ragazze, e perche no, buongiorno ragazzi!
Navigando qua e là sui social, mi sono accorta che molti di voi vorrebbero cimentarsi nel mondo degli amigurumi, e per questo vorrei darvi alcuni suggerimenti.
Quando mi avvicinai a quest'arte anche io avevo mille domande e mille dubbi come voi: quindi cercherò, per quanto mi sia possibile ed in base alla mia esperienza, di darvi alcuni consigli, spero graditi.
Mi piacerebbe iniziare parlandovi dei materiali da utilizzare per creare un amigurumi. Ovviamente parlerò in base a ciò che uso io e come lo utilizzo, resta inteso che la scelta poi sarà vostra, userete il filato che più vi aggrada e con cui vi trovate meglio.

I TIPI DI FILATI

Lana acrilica 100% 

Io preferisco uno spessore medio di circa 120 mt per 50 grammi (il metodo più efficace per conoscere la differenza di spessore tra un filato ed un altro è semplice: più è lungo e più è sottile, in genere). Questa è un informazione difficile da reperire, almeno io ho trovato difficoltà all'inizio, non sapendomi regolare tra i vari numeri di cotone e lana.
Si lavora di solito con uncinetto numero 3: io amo il lavoro stretto ed uso il numero 2,5 ma voi scegliete in base a come lavorate, potendo aumentare o diminuire il numero dell'uncinetto.
Questo filato è il più utilizzato per gli amigurumi, per i giocattoli ecc.
È molto morbido e facile da lavorare, si può scegliere tra una vasta gamma di colori, è adatto per i giochi dei bambini perche anallergico, ed lavabile tranquillamente.
lo uso spesso per pupazzi di medie dimensioni, bambole, e oggetti vari. Ha il vantaggio del basso costo e per chi inizia è l'ideale: orientatevi tra le varie marche (ce ne sono moltissime) e scegliete quello che più vi soddisfa. Naturalmente in questa prima fase dovrete sperimentare qualcosa prima di trovare il vostro ideale.

Cotone 100%

È il filato che preferisco in assoluto, per la vasta gamma di colori, brillanti e lucidi.
Orientarsi su questo filato è un po' complicato, visto il grande assortimento che offre il mercato. Ne esistono di vari tipi, provo a grandi linee a spiegarvi 
alcune differenze.
Per i miei amigurumi uso un cotone di una morbidezza media, di spessore simile all'acrilico che si lavora con uncinetto 2,5/3. Lo scelgo perche rende le mie creazioni
compatte, lisce, senza buchi visibili, e lo uso soprattutto per la linea bebè, bomboniere e piccoli oggetti, ma anche per lavori impegnativi dove voglio ottenere un risultato eccellente.
Più costoso della lana e più faticoso da lavorare nell'assemblaggio dei vari pezzi dell'oggetto che volete creare, per questi motivi non lo consiglio alle meno esperte e a chi ha poca dimestichezza con l'uncinetto.

Cotone morbido (soft cotton)

Adatto per la realizzazione di capi di abbigliamento per neonati (scarpine, cappellini etc) è un cotone molto morbido e liscio, i colori di solito sono tenui o pastello. Lo uso appunto per i neonati, è un po' costoso ma facile da lavorare e mi piace molto.

Cotone 100% filo di Scozia

Lo spessore di questo filato va dai numeri 5/8 (di sottigliezza media) ai  12/16 molto sottili.
Questo filato si usa di solito per i centrini, ma viene utilizzato anche negli amigurumi partendo dal numero 5 che è il più spesso, si lavora con uncinetto 1,50/1,75 ed io lo impiego principalmente per la bigiotteria (orecchini al chiacchierino ecc) ma si può usare tranquillamente per fare gli amigurumi.
È un filato abbastanza costoso rispetto alla lana e lo consiglio a chi già ha dimestichezza con la tecnica.
Il numero 8 (più sottile del 5) lo uso principalmente per i particolari delle mie creazioni: ad esempio per gli occhi delle bambole, per definire la bocca ecc (lavorazioni che, vi anticipo, vanno fatte sempre rigorosamente con filato più sottile della bambola stessa, sia se avete usato lana sia se avete usato cotone per realizzarla). Questa è una cosa che ho imparato col tempo, ho fatto molti "mostri" prima di capirlo io stessa. Inoltre il filato numero 8 (che si lavora con uncinetto numero 1 o 1,25) si impiega anche in lavori di fino tipo fatine, bomboniere e miniature.
I numeri 12 e 16 sono filati sottilissimi che io personalmente non uso (non sono abbastanza esperta per questo). Vengono impiegati per la lavorazione dei fiori, e sono generalmente poco usati negli amigurumi, a parte alcune persone specializzate in piccole miniature, ma non è il mio mondo e non ve ne parlo.

Cotone makò ritorto

Infine abbiamo il cotone makò ritorto, che di solito è un filato molto consistente e abbastanza rigido, che si lavora con uncinetto 3,5/4 e viene utilizzato (almeno io lo uso a questo scopo) per realizzare cappellini estivi, sandaletti bimbi, zainetti eccetera.
Può essere usato anche nella realizzazione di piccole borse. Lo scelgo quando voglio dare una certa consistenza all'oggetto, che tenga la forma in sostanza, infatti è ottimo allo scopo.
Bene! Spero che sia stata di aiuto ad alcune di voi ^_^
In base alle mie possibilità sono disponibile a rispondere alle vostre domande, se avete dubbi scrivetelo nei commenti o inviatemi un'email: farò il possibile per aiutarvi!
A presto!
Giusy

Condividi se ti è piaciuto!

Aggiungi un commento